Per curare l’ansia basta fare sesso due volte alla settimana

Notizia curiosa.

Da Repubblica online leggo questa notizia curiosa, ripresa dal “Corriere Mercantile” di Genova.

Una donna, presentatasi al pronto soccorso di un ospedale genovese in preda ad una crisi di ansia, si è vista prescrivere la seguente cura per curare i sintomi da “stato ansioso”: “ fare sesso, possibilmente bene, due volte alla settimana e non di più”.

La curiosità, secondo me, non sta tanto nel fare sesso due volte alla settimana (che farebbe sempre bene), ma in base a quali indicazioni diagnostiche si è arrivati a stillare la suddetta cura. Il medico ha dedotto, forse, che era in preda ad una crisi di astinenza da sesso? Sicuramente è sempre meglio fare sesso, possibilmente bene, piuttosto che prendere pastiglie di Valium.

La cura fa bene anche ai maschietti oltre che alle femminucce?

0

11 thoughts on “Per curare l’ansia basta fare sesso due volte alla settimana

  1. si l’ho letta anch’io..
    carina niente male..
    e se uno/a una persona non c’e’ l’ha..
    che fa’ continua ad avere gli attacchi di ansia!

    0
  2. Avessi avuto la fortuna di trovare un medico così anche io, mi sarei risparmiata un sacco di soldi (spesi in farmacia…). Gli attacchi d’ansia mi sono passati comunque, ma di sicuro la cura sarrebbe stata decisamente più piacevole… a saperle per tempo certe cose cavolo!!!
    Buona serata, Alex.

    0
  3. …se non ce l’hai e te la “procuri”…mi sa che dopo ti tocca ritornare dal medico…ma quello dell’anima perchè non starai tanto bene….fare sesso è comunicazione con l’altro…persona!corpo!pensieri!sensazioni!….mica una pillola…beati voi che sapete essere così disinvolti!….va bè,saluti rob

    0
  4. fare sesso, possibilmente bene, due volte alla settimana e non di più”.

    ma figurati…non fa mai male, altro che due volte la settimana…
    e non di più…
    marò… è un a delle “faccende” più belle della vita…:-)
    almeno per me.
    ciao enri

    0
  5. x Intranos
    Ti ringrazio per i due aggettivi usati nel commento: per natura cerco di essere gentile ed educato, anche quando cerco di fare ironia (purtroppo non sempre trovo le parole giuste).
    Dalla lettura del tuo post (mi sembra che fosse il primo) e dalla visione del post e dal tuo commento si rafforza quello che ho detto nel mio commento: getta alle ortiche le pasticche!
    Ciao e quando vuoi sei la benvenuta!

    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RELATED POST

11 agosto 2010 – passata la mezzanotte

“Ciao!”. Una voce femminile calda arriva alle orecchie di Laura. “Ciao! Sono Laura e tu chi sei?”. “Sara. Abbiamo trovato…

Collina vicino alla città, 10 agosto 2010, mezzanotte

Laura e Luca sdraiati sul prato osservano il cielo nero come la pece perché la luna c’è ma non si…

Spiaggia, 10 agosto 2010, pomeriggio inoltrato – Terza conversazione

Sara legge un nuovo gruppo di sms e ha un groppo alla gola, perché avverte l’immensa tristezza e solitudine di…

Città, 10 agosto 2010, sera

Laura riflette su se stessa e sulla solitudine che prova da quando quel fatidico 2 maggio ha litigato con Alex,…