4 thoughts on “Onde del mare

  1. Ti scopro poeta e non mi stupisco poi molto:in molti dei tuoi racconti ho colto questa inclinazione.
    Uno sguardo sulla natura e i ricordi tornano e con essi la malinconia di qualcosa che è andato perduto.
    Dolcissima e intrisa di rimpianto.
    ps:dunque anche tu hai dei rimpianti?

    0
  2. Quando alla mattina mi alzo, molto spesso vedo albeggiare il giorno e mi fermo incantato ad osservare. Un pizzico di malinconia mi assale, ma non per dei rimpianti piuttosto per l’inclinazione del mio carattere.
    Questa poesia è nata osservando i campi di erba medica che diventando sempre più verdi ondeggiavano sotto la sferza del vento. Però nessun rimpianto, non fa parte del mio carattere, solo e semplicemente la fantasia e immaginazione nell’osservare un aspetto semplice della natura.
    Grazie, Jul per il bel commento. Erano mesi che non componevo nulla.

    0
  3. Bravo, non è da tutti essere efficace sia in prosa che in poesia. Le immagini arrivano, mi sono arrivate anche a me che in quel campo sono una vera profana.

    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RELATED POST

11 agosto 2010 – passata la mezzanotte

“Ciao!”. Una voce femminile calda arriva alle orecchie di Laura. “Ciao! Sono Laura e tu chi sei?”. “Sara. Abbiamo trovato…

Collina vicino alla città, 10 agosto 2010, mezzanotte

Laura e Luca sdraiati sul prato osservano il cielo nero come la pece perché la luna c’è ma non si…

Spiaggia, 10 agosto 2010, pomeriggio inoltrato – Terza conversazione

Sara legge un nuovo gruppo di sms e ha un groppo alla gola, perché avverte l’immensa tristezza e solitudine di…

Città, 10 agosto 2010, sera

Laura riflette su se stessa e sulla solitudine che prova da quando quel fatidico 2 maggio ha litigato con Alex,…