L'acqua

Chiare e dolci sono le acque,

che scendono spumeggianti

dai monti ammantati di neve,

dai monti ricporti d’abeti.

Fresche e ciarliere sono le acque,

che allegre fra i levigati sassi

scorrono e rumoreggiano

nelle odorose giornate d’Aprile.

La vita ricomincia attorno a loro:

cervi e cerbiatte si dissetano,

pecore euomini si rinfrescano,

piante e fiori si specchiano.

Le acque sono orgogliose

e per la gioia saltano e spumeggiano

e scendono ancor più veloci a valle,

raccontando al viandante,

che si ferma in riva d’esse,

mille storie fantastiche.

0

2 thoughts on “L'acqua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RELATED POST

Sgorbi giovanili

Tanti anni fa, quando giovane virgulto pensavo, ahimè, di emulare i grandi poeti ho scritto delle poesie. Niente di speciale,…

Oltremare – racconto

Sempre dal libro mai pubblicato estraggo questo mini racconto. Le linee parallele si incrociano “Fu di sera, già di buio;…

Oltremare – Ultramarine’s – presentazione

Sempre dai fondi di magazzino ho estratto questo testo che era mia intenzione pubblicarlo ma poi ho deciso di non…

Rima baciata

Disegno di Veronica Scrivere creativo propone una stuzzicante sfida. Un esercizio di scrittura creativa Scrivi un testo di 41 parole.…